Crea sito

DANIEL MARZOTTO

Daniel Marzotto, originario della provincia di Padova, muove i primi passi nella ristorazione all'interno del locale di famiglia, come cuoco, negli anni 1996-1997. Si avvicina poi all'ambiente dei servizi di sala, restandone affascinato e, incoraggiato dal padre Flavio Marzotto, esperto conoscitore dell'enologia italiana ed anche estera, inizia a frequentare i corsi AIS presenziati dal suo ex professore di sala Bruno Maniero. Nel 2000 conclude gli studi presso  l'Istituto Professionale "Pietro d'Abano" di Abano Terme (PD) ed ottiene il diploma di Operatore dei servizi di ristorazione - settore cucina (intermediate vocational diploma in food and beverage services). Conquista la qualifica professionale di Sommelier dall'Associazione Italiana Sommeliers nel maggio 2005.

Daniel in seguito lascia l'attività di famiglia per alcune esperienze in prestigiosi locali del centro storico di Padova  come il ristorante "Il Tinello". Arrivato all'età di 25 anni decide insieme all'amico Marco Volpin di trasferirsi a Londra per lavorare in uno dei locali più rinomati di del quartiere May Fair, il ristorante "Fiore", gestito dallo chef Umberto Vezzoli. Qui occupa la posizione di junior sommelier.

Arriva il momento della svolta nel settembre 2007, quando Daniel inizia la sua esperienza di commis sommelier presso il ristorante "Sketch" di New Bond Street a Londral, il ristorante Michelen starred porta la firma del prestigioso chef Pierre Gagnaire. Qui, sotto le veci dello chef sommelier Fred Bruges si avvicina al mondo dei vini francesi restandone affascinato e permettendogli di arricchire il proprio bagaglio culturale enologico. Nella sua permanenza allo Sketch, Daniel arriva ad occupare la posizione di Chef Sommelier, guidando una brigata di 6 sommelier.

L'ultima esperienza lavorativa a Londra lo porta all'apertura del'ultimo nuovo locale del famoso ristoratore italo-londinese Claudio Pulze, il ristorante-gourmet "L'Osteria dell'Angolo", dove Daniel occupa la posizione di Manager di sala.

Nel settembre 2009 ritorna alcuni giorni in Italia per partecipare alla premiazione a Crocetta del Montello (Treviso) per la nona edizione del Premio "Innovazione nella professione", creato da Villa Sandi insieme all'Associazione  italiana sommelier, esteso ai sommeliers fino ai 29 anni di età che lavorano all'estero e sono  quindi i comunicatori per eccellenza del vino italiano all'estero. Creatività, professionalità e spirito di iniziativa sono le qualità che la giuria del Premio Internazionale "Innovazione nella professione" ha voluto premiare nella scelta dei vincitori. In questo periodo Daniel lavora come Assistant Manager Head Sommelier all'Osteria dell'Angolo a Londra. "I due premiati provenienti dall'estero rappresentano due fra i più importanti mercati per l'export dei vini italiani, Inghilterra e Stati Uniti ed è stato particolarmente interessante il confronto con la loro esperienza a diretto contatto con i clienti ed il mercato di Londra e Los Angeles...

Sempre nel 2009 partecipa alla finale regionale dello "Champagne JACQUART Rising Stars Trophy 2009", rappresentando, insieme allo chef Aron Johnson, il locale londinese "Osteria Dell'Angolo". Alla fine dello stesso anno ritorna in Italia.

Per diversi anni collabora come sommelier presso il Salone internazionale dei vini e dei distillati, la famosa fiera di Verona "Vinitaly"

Nel marzo 2010 riceve il premio dal vice Sindaco di Casalserugo per "Lungimiranza nel lavoro" ed a novembre, a Faenza, partecipa al 10° Master del Sangiovese 2010, Trofeo Consorzio Vini di Romagna.

Nell'aprile 2010 e  2011 riceve il Premio "Gran Menzione" alla terza e quarta edizione del concorso "Miglior carta dei vini e dei distillati del Veneto", indetto dall'Associazione Italiana Sommelier in collaborazione con la Distilleria Bonaventura Maschio di Treviso, assegnato ai locali e sommeliers che nel Veneto sono stati in grado di "maggiormente indicare, illustrare e appassionare il cliente nella scelta del vino e distillati con particolare riferimento alla proposta del Veneto", premio assegnato mentre collaborava con il ristorante La Cova" di Padova ed il ristorante "Qui per caso" di Noventa Padovana per il riuscito connubio fra precisione e chiarezza con un distintivo tocco di passionalità per il territorio. Riceve unitamente al premio un Jeroboam (3 litri) di PrimeUve.

All'inizio del 2013 decide di aprire un'attività in proprio insieme a Marco Volpin, e il 4 marzo 2013 inizia la storia del ristorante Le Tentazioni di Saonara.

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'